martedì 21 luglio 2009

Ascolta tu, che ascolto io ...

Nessuno mai ha avuto il coraggio di pubblicarli :
i testi delle rgistrazioni segrete nel bagno reale di Villa Certosa.
Un microfono nascosto nell'impugnatura dello scopettino del cesso imperiale è bastato a svelare preziosi ed inaspettati dettagli dell'intimità del cavaliere, di cui riportiamo di seguito un breve pezzo :

SB: porc ... sto esplodendo, cribbio !!! Cosa mi avete dato da .... mmmmhhhh ... mangiare ieri sera ???
ASSISTENTE: niente di speciale Presidente ... una cofana di cozze avanzate la settimana scorsa ...
SB: mi consenta ... ecco perchè erano piene di mosche ... SPRAAATTTT !!! Mi avete avvelenato !!!
ASSISTENTE: ma noooo ... le ha assaggiate anche il cane tre giorni fa ed è ancora vivo !!
SB: asciugami il sudore, che altrimenti .... PRRRRRRRR ... mi si scioglie la tinta dei capelli ...
ASSISTENTE: vuole che le salti sulla pancia, Presidente ?
SB: non ci provare, cribbio !! ... devo farcela ... AAAAAHHHHH ..... da solo !!!
ASSISTENTE: Si salvi chi può ... qui sta per scoppiare tutt ....
SPRATT ... SBLASHHHHHHH ... SBAMMM ..... ( forte rumore e poi niente più )


4 commenti:

andreacamporese ha detto...

Divertente, come sempre.
Saluti

Saamaya ha detto...

la nostra perversione, oramai, non ha limiti.

Finazio ha detto...

Devo smetterla di leggere le tue vignette mentre faccio i turni di notte al lavoro: rido come un deficiente e sveglio i pazienti in reparto!

Roberto Mangosi ha detto...

@ Finazio
... in effetti ci sono reparti in cui svegliare i pazienti può essere pericoloso ...
Il nido, per esempio, così piangono tutti insieme ... oppure il reparto per la cura delle disfunzioni del sonno ... peggio ancora se parliamo del reparto per la cura della ninfomania ... se si svegliano tutte insieme, allora si che sono cavoli amari !!! : )))