domenica 18 luglio 2010

la nuova disoccupazione

Va tutto bene. Siamo un paese ricco, la crisi è passata e non ci sono disoccupati.
Facile farlo credere al povero illuso, magari con uno dei pochi posti fissi rimasti ancora in Italia, ma fallo credere agli operai in cassa integrazione, ai precari sbattuti fuori ed ai due milioni di poveri ... se ci riesci !!!



2 commenti:

Viviana r ha detto...

Negare tutto, negare sempre... anche l'evidenza. l'importante e rincoglionire il gregge con tanto fumo negli occhi e parole inutili, fargli credere che quello che sta succedendo e solo un illusione, un brutto sogno. Tanto loro la crisi non la vedono di certo, il loro stipendio, pagato anche da chi ha perso il posto di lavoro per colpa dei corrotti, lo portano a casa comunque e la pensione, parola ben garantita e ancora esistente nel loro vocabolario, a differenza del nostro dove la si trova scritta nella sezione "obsoleti", loro la portano a casa comunque, crisi o non crisi. Noi dobbiamo sfondarci il culo di lavoro per portare a casa mille euro, loro i nostri mille euro li usano per pagarsi le varie puttane e cocaina per i loro porci comodi. Meglio che mi fermi qui per non andare nei guai.
Buona vita, Viviana

Roberto Mangosi ha detto...

E' un gioco che purtroppo coinvolge tutta la classe politica. Sta bene a tutti perchè tutti ne beneficiano, opposizioni comprese.
Ed i politici sono lo specchio del paese. A troppi sta bene che certa gente occupi certi posti, a cominciare dall'assessore che promette una sanatoria, per finire al ministro che promette un posto al parente disoccupato ...