sabato 30 aprile 2016

mercoledì 27 aprile 2016

IL RUBATUTTO

Le cronache di questi giorni ci ricordano 
- senza che ce ne sia comunque bisogno - 
che la nostra classe politica 
è una delle peggiori dell'universo.
Ed una delle prove più lampanti 
è l'insieme infinito di norme 
a garanzia dei delinquenti, 
che nei secoli sono andate aumentando, 
invece di diminuire.
La prescrizione dei reati 
è una delle più vergognose di esse 
e nessuno mai ha stabilito di abolirla completamente, 
al contrario, è uno degli strumenti 
di cui maggiormente beneficiano 
ladri e corrotti al potere.


sabato 23 aprile 2016

PUNTO DI NON RITORNO

Le parole di Davigo sollevano un vespaio di critiche 
non solo dal mondo politico, 
di cui tutti ormai conosciamo le miserabili gesta, 
ma anche dagli stessi magistrati.
Ogni commento è superfluo.


mercoledì 20 aprile 2016

ELEMOSINA TRASPOSTA

Tutti son capaci a far del bene 
con i soldi degli altri.
La propaganda di questi giorni 
è a tamburo battente ed i media lecchini 
gettano fiumi d'inchiostro e devozione.
Tante belle parole, tanti buoni propositi, 
ma i soldi sono sempre e solo i nostri.
La favola dei dodici rifugiati 
ha strappato lacrime e commozione ai credenti, 
ma sono stati parcheggiati in Italia, 
non in vaticano.
A spese nostre, ovviamente.


lunedì 18 aprile 2016

LAVORO PER TUTTI

Il mago illusionista, 
maestro nell'arte del dire e non fare.
Si porta dietro una decina di profughi, 
ben scelti e selezionati, 
non certo presi a caso 
tra le centinaia di migliaia 
che attendono una sistemazione.
L'ennesima operazione di facciata a basso costo, 
lasciando agli altri la patata bollente.


venerdì 15 aprile 2016

TRENTA DENARI TEDESCHI

La politica è piena 
di personaggi miserabili e traditori.
Neanche gli stati più civili ne sono immuni 
e la vergognosa vicenda di questi giorni, 
che vede protagonisti la Merkel 
ed il comico Boehmermann, ne è la prova.
La Germania vende la pelle e la libertà di opinione 
di un suo cittadino 
agli sporchi traffici con il dittatore Erdogan, 
assassino di Curdi e complice dell'ISIS.



giovedì 14 aprile 2016

SETTE SPESE PER SETTE TRIVELLE

A me questo referendum non piace.
Non puzza solo di petrolio ma - quel che è peggio - di giochi di forza politici.
Un braccio di ferro che ci costerà centinaia di milioni per quasi nulla, come se dalla restante vita di poche trivelle, che estraggono principalmente gas, dipendesse il futuro dell'universo.
A parte l'opera dei soliti imbecilli che spargono notizie esageratamente allarmistiche e false, tutte le parti riconoscono la scarsa rilevanza dei termini su cui si discute.
Gli impianti italiani sono i meno inquinanti, mentre il mediterraneo è pieno di ferraglia arrugginita che pompa petrolio da altri paesi che dell'inquinamento se ne fregano.
Chiudere i pozzi italiani vuol dire comprare lo stesso petrolio e lo stesso gas da altre nazioni che sporcano di più, con maggiore esborso economico e quindi prezzi al dettaglio maggiori.
Tutto questo, mandando a casa centinaia o migliaia di persone, in un momento in cui sappiamo tutti cosa voglia dire perdere il lavoro.
Io non sarò complice di chi gioca alla guerra sulla pelle dei lavoratori e delle loro famiglie.


martedì 12 aprile 2016

BIRRA A DRITTA

Sprechi e spese pazze senza limite.
I soldi pubblici escono solo dalle nostre tasche, 
ma si perdono dappertutto.




STIPENDIO SENZA LAVORO

Il Consiglio d'Europa condanna l'Italia 
per il numero eccessivo 
di obiettori di coscienza nelle corsie.
Un vecchio discorso, di estrema gravità 
per i pesanti risvolti sulla vita di tante persone, 
troppo spesso donne sole, 
costrette ad abortire clandestinamente, 
con rischio della vita.
Il ridicolo controsenso 
di chi ottiene una laurea in medicina, 
pur credendo all'immacolata concezione, 
nel paese in cui si permette - per motivi religiosi - 
di essere pagati senza svolgere il proprio dovere.



sabato 9 aprile 2016

giovedì 7 aprile 2016

PORTA NOSTRA

La malavita portata ripetutamente 
sotto i riflettori che, alla lunga, 
ne legittimano l'esistenza.
Una polemica mediatica che scoppia, 
guarda caso, proprio in concomitanza 
con l'uscita di un libro.


LE MALATTIE DELLA SANITA'

Non serviva l'intervista 
al Commissario Anticorruzione 
per scoprire che la sanità italiana 
è infestata da delinquenti. 
Chi di noi non è mai stato invitato 
a rivolgersi ad uno studio medico privato 
per un esame o una visita immediata, 
quando col Sistema Sanitario Nazionale 
c'è da aspettare almeno un anno?
E perchè mai i macchinari pubblici 
sono sempre inefficienti, 
mentre quelli privati 
funzionano sempre perfettamente ?
Ricattare una persona malata 
- o comunque in stato di necessità - 
è una delle peggiori infamie 
che l'uomo possa compiere.
Chi lavora nel settore pubblico non dovrebbe 
lavorare né avere interessi nel privato.  
Almeno in Italia, paese in cui 
la corruzione invade e sommerge ogni cosa.


lunedì 4 aprile 2016

L'unico paradiso esistente 
è quello che si trova in terra e 
- ovviamente - 
ci può andare solo chi ha un sacco di soldi.
E' il paradiso fiscale.


sabato 2 aprile 2016

venerdì 1 aprile 2016

L'ANIMA ... DEI SOLDI

Affari loschi, immobili ristrutturati, 
ospedali e bilanci occulti.
E c'è chi ancora crede alla santità.