lunedì 9 novembre 2009

Tra un po' siamo i primi

Ne ha sparata un'altra. Grossa.
Tra un po' ci cacciano non solo dal G20, ma anche dal G500, e lui dice che siamo il sesto paese più ricco al mondo.
Bella faccia a dirle, certe cose, ma anche bel coraggio a crederle.


8 commenti:

Lino Giusti ha detto...

A "questo qui" faresti pure fatica a spiegargli che 3 italiani su 5 non hanno più manco i soldi per vestirsi e mangiare.

ChaoLin LinGiù

ps: a proposito, nel blog congiunto con Roberto c'è un servizietto sulla FINE DEL MESE.
www.crepapelle.blogspot.com

giuditta ha detto...

Non ci resta che riso...amaro!

yellow ha detto...

RIVOLUZIONE!!!!

yellow ha detto...

RIVOLUZIONE!!!!

Roberto Mangosi ha detto...

L'apparenza sulla sostanza.
E' questo il principio di Berlusconi e la nostra fine. Fino a quando milioni di italiani abboccheranno alle sue bugie ed alla sua realtà travisata, non potremo permetterci neanche la rivoluzione ... la rivoluzione ha bisogno della maggioranza del popolo, altrimenti diventa guerra civile.

Fulcanelli ha detto...

OK Roberto, l'apparenza sulla sostanza: allora facciamo girare alcune notizie. Non è satira ma serve a cominciare a capire:
http://www.noisefromamerika.org/index.php/articles/La_baggianata_del_sorpasso_della_Gran_Bretagna#body
http://www.lavoce.info/articoli/pagina1001380.html
Io non sono un economista, ma li trovo comprensibili persino per una testa mediocre come la mia.

Samanta Barontini ha detto...

Un T.S.O...? banale? :D

Roberto Mangosi ha detto...

Io lavoro in banca ( povero me !! ) ma non sono mai riuscito a capire niente dai dati forniti nei notiziari.
Tutti dicono tutto ed il contrario di tutto nel giro di pochi giorni.
La disinformazione è pilotata in modo razionalmente incontrollato.
Grazie a Fulcanelli per gli URLs ...
@ Samanta
temo che il TSO non serva. questa gente non è pazza, ma lucidamente furba e preparata nei suoi propositi criminali.